Magazzino della droga in fiamme: uomo in coma

Magazzino della droga in fiamme: uomo in coma

Selvazzano Dentro (Padova), 11 agosto 2020 – Verso le 2 e 50 odierne, i carabinieri di Padova, della Stazione di Limena e Selvazzano Dentro, intervenivano in via Carnaro, 12 di Selvazzano Dentro, unitamente ai vigili del fuoco, poiché nell’appartamento ubicato al piano terra si era sviluppato un incendio che provocava danni solamente al vano interessato.

A causa dei fumi che si sono propagati in tutto lo stabile, una donna sudamericana nata nel 1982, ha riportato una lieve intossicazione e, per tale ragione, è stata trasportata al pronto soccorso dell’Ospedale di Padova per le cure del caso.

I primi accertamenti svolti dai Carabinieri acclaravano che dall’abitazione erano stati visti allontanarsi due soggetti di sesso maschile, che si identificavano negli occupanti dell’appartamento coinvolto dalle fiamme.

Verso le ore 4, mentre erano in corso le ricerche, l’operatore della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Padova riceveva la segnalazione da parte di un equipaggio del SUEM 118 che stava trasportando al pronto soccorso uno straniero di nazionalità albanese, con gravi ustioni su tutto il corpo, dopo averlo appena prelevato in via Siracusa di Padova.

Una gazzella si è subito recata al presidio sanitario mentre, nel frattempo, a spegnimento dell’incendio avvenuto, i militari rimasti nell’abitazione, nel corso del sopralluogo, trovavano un passaporto intestato ad A. E., nato in Albania nel 1994, generalità corrispondenti al soggetto soccorso poco prima in via Siracusa.

Oltre al documento, gli operanti trovavano anche due sacchi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di 6 kg, un bilancino di precisione, due cellulari e 1.500 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

Per tale ragione lo straniero è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e, attualmente, si trova all’ospedale di Padova, in coma farmacologico, dove dovrà essere sottoposto a un intervento di chirurgia plastica a causa delle ustioni riportate. I medici si sono riservati la prognosi.

In atto le opportune indagini per stabilire l’esatta causa che ha innescato l’incendio e le ricerche dell’altra persona che, verosimilmente, si trovava in casa con l’arrestato.

Torna alla Home Page

Vai alla pagina Facebook di Lineanews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.