Recuperato cadavere escursionista precipitato nella cascata

Recuperato cadavere escursionista precipitato nella cascata

Belluno, 21 agosto 2020 – Recuperato questa mattina dai vigili del fuoco e dal SAGDF il corpo dell’uomo caduto nelle cascate di Fanes.

Era la vigilia di ferragosto quando Alfonso Maria Lostia, romano di 38 anni, è precipitato dalla ferrata Giovanni Barbara ed è scomparso nel fiume. Secondo quanto ricostruito l’uomo era con la moglie, quando è uscito dal sentiero per scattare una fotografia ed è caduto precipitando nel rio Fanes. Da allora sono partite le ricerche, nelle prime ore rese particolarmente difficoltose dal maltempo, che non ha permesso ai sommozzatori di immergersi, che sono proseguite senza mai interrompersi.

Il corpo è stato individuato durante le prime operazioni di installazione del dissipatore che avrebbe permesso di esplorare meglio la pozza della cascata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.