Lago di Garda, sequestrato pesce destinato ai ristoranti

Lago di Garda, sequestrato pesce destinato ai ristoranti

Torri del Benaco (Verona), 27 luglio 2020 – Domenica mattina, i carabinieri della motovedetta di Torri del Benaco, nell’ambito dei consueti controlli che svolgono sul lago di Garda, hanno sequestrato oltre 30 chili di pesce persico e 14 di tinca ad un pescatore professionista di Garda che li trasportava in violazione della più elementari norme igieniche.

I fatti


In particolare, è stato rilevato che il pescato era depositato sulla superficie di calpestio del fondo della barca, a contatto con l’acqua di sentina, senza alcuna precauzione per evitare possibili contaminazioni da agenti patogeni, nella considerazione che il prodotto ittico era destinato al rifornimento della filiera alimentare.


Con l’intervento del medico veterinario della A.U.L.S.S 9 “scaligera”, che ha accertato il trasporto del pesce in mancanza delle condizioni igienico sanitarie previste, è stata dunque elevata a carico del pescatore una multa da 500 euro.


Il pescato, non idoneo al consumo umano, è stato smaltito attraverso ditta specializzata.

Torna in Home Page

Vai alla pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.