Soccorso sul Pasubio dopo un ruzzolone nella nebbia agostana

Soccorso sul Pasubio dopo un ruzzolone nella nebbia agostana

I volontari del Soccorso Alpino di Schio in discesa con la barella

VALLI DEL PASUBIO – 30 luglio 2019 – Verso le 13 di oggi la centrale operativa del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Schio, per un escursionista che si era fatto male mentre percorreva la parte alta del sentiero numero 300 della Val Canale, sul massiccio del Pasubio.

L’uomo, P.D.M., 61 anni, di Vicenza, che si trovava con un amico, aveva perso l’equilibrio mettendo un piede su un sasso ed era ruzzolato per una decina di metri. Nell’urto aveva riportato contusioni a una gamba e il forte  dolore muscolare gli impediva di camminare. Poiché le nubi basse non consentivano l’avvicinamento dell’elicottero, sette soccorritori hanno raggiunto l’infortunato: 5 salendo in jeep al Rifugio Papa e poi proseguendo a piedi, 2 incamminandosi dal basso.

I Soccorritori della stazione di Schio

Una volta da lui, a 1.700 metri di quota, gli sono state prestate le prime cure e l’uomo è stato caricato su una barella. La squadra ha quindi iniziato la discesa verso valle, per i primi 220 metri calando la portantina a spalla, per poi aggiungere il ruotino alla barella, una volta arrivati sulla strada più ampia che porta al Pian delle Fugazze, luogo fissato per il rendez vous con l’ambulanza, successivamente partita in direzione dell’ospedale di Santorso (Vicenza).

Fonte: ufficio stampa CNSAS del Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.