Austriaco danneggia Canova, Sgarbi: “chiedo rigore alle forze dell’ordine”

Austriaco danneggia Canova, Sgarbi: “chiedo rigore alle forze dell’ordine”

Possagno (Treviso), 1 agosto 2020 – Un turista austriaco ha danneggiato una importante scultura di Antonio Canova custodita nel museo di Possagno.

Lo denuncia Vittorio Sgarbi che della “Fondazione Antonio Canova” è il Presidente.

Vittorio Sgarbi un anno fa a Possagno (ph Francesco Brasco)

“Dopo la riapertura dei musei, e tra questi il Museo Gipsoteca  di Possagno – racconta Sgarbi – si registra un episodio clamoroso, che non viene da visitatori italiani, né da extracomunitari, ma da un incosciente turista austriaco che ha ritenuto di  mettersi in posa per una foto di opportunità sedendosi sulla Paolina Borghese, spezzandole le dita del piede”. Per la precisione le dita del piede della statua di gesso (il modello originale di Antonio Canova).

“Chiedo chiarezza e rigore alle forze dell’ordine e alla magistratura – attacca Sgarbi – individuando con gli strumenti di sicurezza il vandalo incosciente, e non consentendogli di rimanere impunito e di rientrare in patria. Lo sfregio a Canova è inaccettabile”.

Il turista è stato identificato attraverso le telecamere di servizio che puntano su ogni statua della Gipsoteca.

La sala della Gipsoteca di Possagno in cui si trova anche il gesso di Paolina Bonaparte
(ph Francesco Brasco)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.