A Vicenza in centro una bottega che sfida il tempo, le crisi e ha impiegato quattro generazioni

A Vicenza in centro una bottega che sfida il tempo, le crisi e ha impiegato quattro generazioni

In contrà Garibaldi a Vicenza da 60 anni la merceria “Vittorio Verico” vende pizzi, merletti e bottoni.
Vicenza, 30 giugno 2020 – La Merceria Verico, quest’anno festeggia i 60 anni di attività commerciale e cittadina. Come tante botteghe storiche questa realtà è diventata un mondo di racconti tramandati da genitori a figlie e nipoti.

Sabato 11luglio il negozio di contrà Garibaldi a Vicenza festeggerà assieme a clienti e amici l’ importante traguardo dei 12 lustri. Il negozio è in attesa anche della targati “Bottega storica”

UN PO’ DI STORIA

Merceria Verico ha resistito con il suo carico di storia per sessant’anni, attraversando talvolta tempi difficili, accompagnando la vita di quattro generazioni di vicentino e vicentini, sempre accolti come amici oggi come ieri, da Italia, la nipote Simonetta e Marina, commessa e amica che da anni lavora in merceria. 

“Le persone vengono qui e chiacchierano, ci raccontano della loro vita”, racconta Italia al di là dal bancone di legno con alle spalle un mobile imponente con tanti preziosi bottoni colorati e stringendo il vecchio metro in legno del 1937 che è passato di mano in mano a tutta la sua famiglia. 

Lei continua a lavorare nella Merceria del centro storico, aperta nel luglio del 1960 dai genitori Vittorio Verico e Tina Sabbadin, attività che fino al 2018 ha gestito con l’amata gemella Lorenza e che oggi raggiunge il traguardo dei 60 anni di attività assieme alla terza generazione di nipoti: Simonetta, Roberto ed Enzo. 

Quel metro svela un segreto prezioso: infatti la bottega ha radici ben più lontane, bisogna tornare indietro al novembre del 1935 e ad una piccola merceria aperta in Contrà Muscheria 14 a Vicenza da Giuseppina sorella di Vittorio con vendita di filati e bottoni. 

Nel corso degli anni la bottega ha ampliato i propri spazi spostandosi in Contrà Garibaldi 4, dove ancora oggi potete trovare Italia, nipote di Giuseppina, che a 10 anni ogni tanto aiutava papà Vittorio dietro al bancone della storica attività di famiglia. 

UN SEGNALE POSITIVO IN UN MOMENTO IN CUI IL CENTRO STORICO SI SVUOTA


Merceria Verico, che oggi tratta anche linee di intimo uomo e donna di marchi tra cui Lovable, Oscalito, Passionata, Perofil, CAGI, non è solo una delle pochissime botteghe del centro cittadino che hanno resistito con forza ai cambiamenti, ma è soprattutto un segnale importante di ripartenza: ha resistito alla recente crisi economica post Covid-19, adeguandosi alle nuove regole di distanziamento sociale e regalando un punto fermo ai clienti per ritornare alla normalità. 

zia Italia e la nipote Simonetta

“ANCHE CON LA MASCHERINA POSSO REGALARE UN SORRISO CON GLI OCCHI”


Per questo diventa importante celebrare il coraggio di quelle botteghe che, come Merceria Verico, hanno assicurato un legame saldo prezioso del passato con il futuro, valorizzando, tutelando la tradizione e contribuendo a mantenere la cultura della città anche in momenti difficili. 

“Anche con la mascherina posso regalare un sorriso con gli occhi” afferma Simonetta, che dalla mamma Lorenza e la zia Italia ha ereditato la capacità innata di farti sentire a casa quando entri in bottega. 

Merceria Verico racconta un pezzo importante della nostra storia, tramandata di generazione in generazione da donne che hanno portato sempre un sorriso a clienti che negli anni sono diventati amici. “La merceria è la nostra tradizione, non vogliamo lasciarla, per noi è soprattutto famiglia”, conclude Italia. 

5 Comments

  1. Avatar
    Monica

    Conosciamo Italia e Simonetta e rischiamo di essere di parte ma, leggendo la storia di questa virtuosa famiglia e delle sue generazioni, è difficile astenersi dal fare un plauso alla grande professionalità e alla grande passione di persone che, con grandi valori morali, con spirito di sacrificio e grande determinazione, sono riuscite a mantenere una tradizione, come quella della bottega veneta, che rimane un esempio di tessuto economico cittadino e di paese che ci ha accompagnato negli anni di sviluppo e ha mantenuto la sua identità familiare anche con l’alternarsi delle crisi.
    Lori, Italia e Marina hanno formato negli anni una grande forte squadra e adesso con la presenza di Simonetta (senza dimenticare Roberto ed Enzo), la squadra continua a fornire merce fine di qualità e gusto e ad esternare sorrisi ai propri clienti amici (anche solo con gli occhi in tempi di mascherine).
    Buon sessantesimo
    Monica e Piero

  2. Avatar
    Monica

    Conosciamo Italia e Simonetta e rischiamo di essere di parte ma, leggendo la storia di questa virtuosa famiglia e delle sue generazioni, è difficile astenersi dal fare un plauso alla grande professionalità e alla grande passione di persone che, con grandi valori morali, con spirito di sacrificio e grande determinazione, sono riuscite a mantenere una tradizione, come quella della bottega veneta, che rimane un esempio di tessuto economico cittadino e di paese che ci ha accompagnato negli anni di sviluppo e ha mantenuto la sua identità familiare anche con l’alternarsi delle crisi.
    Lori, Italia e Marina hanno formato negli anni una grande forte squadra e adesso con la presenza di Simonetta (senza dimenticare Roberto ed Enzo), la squadra continua a fornire merce fine di qualità e gusto e ad esternare sorrisi ai propri clienti amici (anche solo con gli occhi in tempi di mascherine).
    Buon sessantesimo,
    Monica e Piero

  3. Avatar
    Sonia Carmen Silvano.

    Questo negozio per noi vicentini è davvero molto importante è un punto d’incontro di più generazioni dalla vecchietta alla giovane donna ne siamo fieri possiamo trovare dai merletti alla miranda più grintosa. Dai bottoni antichi alle calze più colorate e alla moda è davvero un importante ritrovo per persone diverse tra loro un grande arricchimento che dobbiamo portare avanti nel tempo..Ricordo le donne di questo bel negozio la cura e l’amore che ogni giorno ci regalano..grazie Itali Simonetta Marina Roberto ed Enzo

  4. Avatar
    Sonia Carmen Silvano.

    Un ricordo speciale lo vogliamo fare a Lorenza che ha dedicato anima e corpo in questo meraviglioso negozio
    L’amore con cui a portato avanti il suo lavoro non vogliamo dimenticarlo. Ciao Lorenza

  5. Avatar
    Giorgia

    Ho lo squisito privilegio di conoscere questa ” bottega” da sempre, da quando ero bambina e non conoscevo ancora Roberto, che sarebbe stato mio compagno all’Università e divenuto poi e per mia fortuna, mio amico di sempre; per me è il mio Virgilio Scapin e il negozio della sua famiglia una sorta di Libreria Do Rode di cui ogni vicentino con un pò di Memoria sente la mancanza, nonostante la bella targa marmorea…io preferisco i memento viventi…Verico significa tante cose per me: l’anima di un negotium e della merce da cui hanno avviato la loro attività a cui si dedicano con rinnovata fiducia e slancio, nonostante in tempi: colori, forme, sete, lane, tatto…appunto: quello che sanno trasmettere alla loro clientela, anche quella non affezionata o sporadica, per gentilezza d’animo, più che per giustificata filosofia mercantile.
    Amo di questo posto la sua ubicazione, l’atmosfera che vi si respira, la possibilità di essere sempre se’ stessi e mai giudicati. Ecco…la mia Vicenza di bambina esiste ancora, come altri esercizi inossidabili del centro storico, dove le Anime hanno sempre e più valore del servizio amabilmente offerto e di cui si gode.
    Un augurio di continuità: lo sguardo al Passato che a tratti ci immalinconisce, non impedisca di omaggiare la tenacia del Presente per un Futuro di successo meritatissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.