OPINIONI – Francesco Celotto: “L’Ucraina entri subito nella UE”

OPINIONI – Francesco Celotto: “L’Ucraina entri subito nella UE”

Egregio direttore,
la situazione impone all’Unione Europea di agire rapidamente e senza divisioni sul fronte della guerra scatenata dal satrapo Putin contro l’Ucraina. L’Ucraina entri subito nella Ue.
Questa volta dobbiamo chiedere a Bruxelles di muoversi senza indugi per fermare la aggressiva politica dei russi che stanno cercando di far rinascere  l’Urss sotto nuove spoglie magari con l’aiuto o il complice silenzio della Cina, tentata forse di invadere Taiwan.

Gli equilibri mondiali stanno cambiando e il mondo occidentalke deve con forza e senza divisioni affrontare la difesa delle nostre democrazie.
Le mire espansionistiche di Putin dubito che si fermeranno a Kiev. Forse ha già piani per invadere la Moldavia, la Georgia (ricordo che in questa nazione già scoppiò una guerra dopo il crollo dell’Unione Sovietica, che portò alla nascita di due repubbliche filo russe ).

L’Unione Europea ha il dovere questa volta di muoversi con fermezza, rapidità e soprattutto senza esitazioni. E’ in gioco il futuro delle nostre democrazie imperfette, ma pur sempre meglio delle spietate dittature cinesi e russe.

Spero che i politici e la società civile capiscano l’enorme portata di quanto sta accadendo. L’attacco russo deve essere respinto in ogni modo, si alla pace ma anche si a tutte le misure che possano annientare la finanza russa e dare un avvertimento ai cinesi.
Come cittadino sono estremamente preoccupato dalla minaccia in corso alle nostre democrazie che, ripeto, per quanto imperfette ci hanno garantito ad oggi sviluppo e benessere .

Non voglio un mondo in mano ai russo-cinesi e chiedo a tutti noi cittadini ed istituzioni di lottare uniti per questo. L’Europa purtroppo è stata troppo spesso debole, disunita e questo ha comportato una mancanza di peso politico a livello internazionale. Una situazione che ha favorito e ha fatto comodo anche agli Stati Uniti. E ora di prenderci come popoli la responsabilità di marciare compatti per costruire finalmente una vera Unione Europea. La realtà attuale lo impone e il tempo è scaduto.

Francesco Celotto
coach e consulente finanziario indipendent

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.