Il Museo delle fisarmoniche di Recoaro chiede di entrare nella rete regionale del Veneto

L'incontro tra il maestro Bertolini, curatore del Museo delle fisarmoniche, e il consigliere regionale Toniolo che si è appassionato a questa realtà

L’incontro tra il maestro Bertolini, curatore del Museo delle fisarmoniche, e il consigliere regionale Toniolo che si è appassionato a questa realtà

“Devo segnalare l’iniziativa del Maestro Bertolini che da più di vent’anni sta lavorando per realizzare il Museo delle fisarmoniche di Recoaro Terme, iniziativa che in 15 anni di esistenza oramai ha raggiunto una notorietà internazionale anche grazie ai raduni annuali dei veterani della fisarmonica: ritengo che sia una iniziativa che la Regione debba valorizzare al fine di rilanciare il territorio!” Lo afferma il consigliere regionale Costantino Toniolo (NCD), che quest’oggi ha incontrato il fondatore, il maestro Elio Bertolini, che ha dedicato la sua vita alla diffusione della cultura musicale.

Il maestro è proprietario e curatore del “Museo Internazionale Impronte Grandi della Fisarmonica” che contiene le impronte della mano destra su fogli in oro zecchino di 78 grandi musicisti internazionali della fisarmonica, una collezione unica al mondo. Il museo inoltre annovera diversi strumenti a tastiera e a bottoni, tra cui alcuni pezzi che hanno un valore storico.

“Bertolini è venuto a trovarmi per raccontare il successo del raduno che si è svolto anche quest’anno all’inizio di settembre”, racconta Toniolo, “che ha portato diverse centinaia di persone a Recoaro Terme, alimentando quello che definiamo turismo culturale. Un evento che ha offerto ossigeno agli operatori turistici dell’alta valle dell’Agno, luogo che soffre la crisi della decadenza dell’attività termale”.

“L’impegno del maestro Bertolini”, commenta Toniolo, “è doppiamente utile al nostro territorio: sia dal punto di vista culturale, infatti ha fondato un museo con fondi privati; sia dal punto di vista turistico perché si tratta di una realtà che porta ogni anno visitatori con un picco che coincide col raduno di settembre con musicisti che vengono da tutto il mondo!”

“Ritengo”, conclude Toniolo, “che sia una realtà che vada premiata e implementata sia con interventi pubblici, sia privati. Ma anche inserita in una rete museale regionale e nazionale al fine di darle ancora maggior notorietà”.

http://www.museodellefisarmoniche.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.