Il defibrillatore anche in cantina: operativo da Maculan a Breganze

Il defibrillatore anche in cantina: operativo da Maculan a Breganze

Breganze (Vicenza), 2 luglio 2022 – L’azienda agricola Maculan diventa ufficialmente cantina cardio-protetta. Sabato 2 luglio, nella sede di Breganze (VI), si è svolta la presentazione ufficiale del nuovo defibrillatore semiautomatico, che potrà essere utilizzato dal personale interno adeguatamente formato

«Promuovere l’enoturismo è importante, viverlo in sicurezza è fondamentale – ha dichiarato Fausto Maculan – Con questo progetto desideriamo mettere al centro il benessere degli ospiti, dei nostri collaboratori e della comunità. Il dispositivo, infatti, è mobile e può essere trasportato non solo all’interno dell’edificio ma anche nelle vicinanze dell’azienda che affaccia sulla piazza di Breganze. Saranno così tutelati i collaboratori della cantina, ma anche tutti i vendemmiatori stagionali, concorrendo alla sicurezza di migliaia di persone all’anno». 

All’evento di inaugurazione hanno preso parte autorità locali ed esperti di settore. A fare gli onori di casa Angela Maculan, responsabile commerciale e promotrice dell’iniziativa insieme alla sorella Maria Vittoria e al padre Fausto: «Come azienda abbiamo deciso di formare una squadra di collaboratori al corretto utilizzo del defibrillatore, organizzando un corso interno di PBLSD (acronimo di Pediatric and Basic Life Support – early Defibrillation) relativo all’impiego del dispositivo su adulti e bambini al di sopra degli otto anni». 

Maria Vittoria, Fausto e Angela Maculan: padre e figlie!

In rappresentanza dell’Amministrazione locale Francesca Poncato, assessore del Comune di Breganze con deleghe a Edilizia, Promozione del territorio e Attività produttive, che ha sottolineato il valore di un’iniziativa privata volta al benessere pubblico. A seguire l’intervento del dottor Angelo Ramondo, cardiologo e professore alla Scuola di Specializzazione di Cardiologia, Pediatria e Fisioterapia di Vicenza, che si è soffermato sull’importanza di un intervento tempestivo in caso di arresto cardiaco: «I primi 10 minuti sono essenziali. Se si interviene entro 5 minuti dall’arresto le possibilità di sopravvivenza aumentano del 50%, mentre ogni minuto che passa le probabilità diminuiscono del 10%».

Il formatore Fabio Moro della Società di Salvamento di Mestre con le titolari

Infine il formatore e consulente in tema di sicurezza aziendale Fabio Moro della Società Nazionale Salvamento Mestre, coinvolto da Maculan per la formazione interna dei propri collaboratori, il quale ha illustrato alcuni punti e passaggi fondamentali nelle operazioni di primo soccorso su soggetti adulti e in età pediatrica, questi ultimi particolarmente delicati e che necessitano di un intervento ancor più immediato in caso di arresto cardiaco. 

Una vigna di Maculan sulle colline della Pedemontana nell’area di Breganze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.