Giacomo Possamai: “A Vicenza nessuno deve restare indietro”. Si parte dai nidi gratis

Giacomo Possamai: “A Vicenza nessuno deve restare indietro”. Si parte dai nidi gratis

Dopo lo straordinario successo dell’evento di lancio al Teatro Comunale, la campagna elettorale di Giacomo Possamai è passata per un altro sold out: teatro San Marco pieno per l’incontro pubblico dedicato al sociale e alle famiglie.

Al centro, la gratuità progressiva degli asili nido, lanciata qualche settimana fa dal candidato sindaco. Che non a caso è stato affiancato nell’occasione da due sindaci di città che hanno già sperimentato l’idea: Mantova e San Lazzaro di Savena (importante comune bolognese).

«Quando abbiamo proposto questa idea – spiega Possamai – come una delle innovazioni che proponiamo per le politiche a favore delle famiglie è stata oggetto di una vera aggressione da parte del sindaco uscente. L’amministrazione Rucco si è affannata a cercare in tutti i modi di dire che era impossibile, che non si poteva fare, che non era vero che altre città lo avessero fatto. Forse perché è una buona idea. Ecco perché era importante presentare direttamente ai vicentini le nostre proposte sul sociale proprio assieme ai due sindaci, Mattia Palazzi e Isabella Conti, che hanno già sperimentato con successo l’idea degli asili nido comunali gratuiti. Come abbiamo spiegato anche ieri sera, si tratta di un obiettivo realistico nei cinque anni di mandato, estendendo progressivamente la gratuità. Per noi è un modo per aiutare le famiglie e i neo-genitori, ma è anche un fatto di giustizia sociale: l’educazione in Italia è gratuita, e così devono essere anche le scuole dell’infanzia».

Conti Possamai Palazzi 02
Sul palco del Teatro San Marco lunedì 17 aprile 2023 si parla di sociale e di asilo nido gratuito per tutte le famiglie

Possamai ha aggiunto al San Marco un ulteriore tassello all’idea, raccogliendo le preoccupazioni di tanti cittadini: «C’è poi la necessità sempre più forte di aumentare i posti disponibili negli asili. Troppe famiglie, oggi, si scontrano con liste d’attesa lunghe. Aumentare la capacità di accoglienza delle strutture comunali, anche ripensando un personale oggi penalizzato, sarà uno degli obiettivi del nostro investimento sul sociale. Perché nessuno resti indietro».

Ma nella serata di ieri non si è discusso solamente di asili nido: protagonista è stata una nuova visione del sociale. Dalla disabilità alle politiche per la terza e quarta età, insieme alle iniziative per il disagio giovanile e le giovani coppie, nel corso della serata Possamai ha illustrato le proposte contenute nel programma confrontandosi con i due ospiti: «Siamo convinti che il confronto e il dialogo con le altre realtà per Vicenza possano essere una grande occasione di crescita: Rucco nei giorni scorsi ha detto che noi non abbiamo niente da imparare da nessuno. E’ un atteggiamento sbagliato e che fa del male alla città. Siamo orgogliosi della nostra città ma anche consapevoli che moltissimo c’è ancora da fare. Mantova, ad esempio, ha introdotto lo ‘psicologo comunale’, per garantire a tutti i cittadini gratuitamente un sostegno psicologico, rivolgendosi in particolare a giovani ed adolescenti. A San Lazzaro di Savena invece hanno introdotto in una scuola un’aula che è un “ponte verso la diversità”, dove le barriere si abbattono e l’apprendimento passa attraverso i sensi e il movimento. Questo luogo quasi magico è la stanza sensoriale Snoezelen, realizzata per l’attività di comunicazione sensoriale dei bambini con disabilità. Anche a Vicenza è il tempo di fare un passo avanti e di rispondere con nuove politiche ai bisogni emergenti».

al teatro San Marco con Giacomo Possamai
Il teatro San Marco di Vicenza gremito per l’incontro con i sindaci di San Lazzaro di Savena e di Mantova con Giacomo Possamai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.