Eurodeputati PD in Croazia  dalla parte dei profughi: la Polizia li blocca – Con loro anche Alessandra Moretti

Eurodeputati PD in Croazia dalla parte dei profughi: la Polizia li blocca – Con loro anche Alessandra Moretti

Zagabria (Croazia), 31 gennaio 2021 – Ieri pomeriggio alle 17 circa l’eurodeputata vicentina del Partito Democratico Alessandra Moretti ha postato sui social le foto che la riprendono con altri eurodeputati del suo gruppo in Croazia mentre cerca di appurare la situazione dei profughi mediorientali che tramite la cosiddetta rotta balcanica tentano di arrivare in Europa. Ma tra Croazia e Bosnia, al confine della UE si sono ammassate diverse centinaia di persone, raccolte in campi profughi dove si vive in condizioni difficili dovute soprattutto alla situazione meteo dell’inverno balcanico. Ma leggiamo la nota che riportiamo di seguito.

Bosnia, eurodeputati pd: ci è stato impedito di ispezionare il confine

“Volevamo andare a ispezionare il confine tra la Croazia e la Bosnia senza oltrepassarlo, ma ci è stato impedito”, così gli europarlamentari Brando Benifei, Pietro Bartolo, Alessandra Moretti, Pierfrancesco Majorino che compongono la delegazione di europarlamentari Pd che dal 29 gennaio al primo febbraio sono in missione in Croazia e Bosnia per visitare i campi profughi alle frontiere dei due Paesi.
“Ci siamo impegnati con la polizia – continuano i parlamentari – a non oltrepassare la frontiera ma volevamo percorrere l’ultimo pezzetto di Croazia, questo però non è stato possibile perché una decina di agenti hanno formato una barriera umana impedendoci di fatto di procedere”.
“La polizia ha probabilmente qualcosa da nascondere, se siamo stati trattati così noi, figuriamoci come potrebbero essere trattati i migranti e i potenziali richiedenti asilo”, concludono gli europarlamentari. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.