230 mila euro dalla Fondazione Mioni all’Ipab di Vicenza per centri diurni e mascherine anti covid-19 [VIDEO]

230 mila euro dalla Fondazione Mioni all’Ipab di Vicenza per centri diurni e mascherine anti covid-19 [VIDEO]

SERVIZIO FOTOGRAFICO SU EDITOFOTO QUI

Vicenza, 16 giugno 2020 – Dopo le forniture donate dalla Fondazione “Maria Teresa Mioni” all’Ipab di Vicenza, servite a superare l’emergenza dovuta al coronavirus, un nuovo tassello si aggiunge alla collaborazione tra i due enti di assistenza.

Il Cda della Fondazione ha infatti deliberato un ulteriore contributo di 150 mila euro che servirà a sostenere le spese di gestione dei centri diurni per anziani facenti capo ad Ipab di Vicenza.

Lo hanno annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa, che si è svolta presso la sede di Ipab di Vicenza, in contrà S.Pietro, il presidente Ermanno Angonese e il presidente della Fondazione Mioni, Giuseppe Boschetti.

Interviste a Boschetti e Angonese

“Si tratta di un contributo economico per noi molto importante – ha sottolineato il presidente di Ipab, Ermanno Angonese – perché ci permette di dare un po’ di respiro al nostro bilancio, ulteriormente appesantito dai costi imprevisti dovuti all’emergenza Covid 19”.

“Il primo aiuto di circa 80 mila euro – ha sottolineato il presidente dell’Ipab – ci ha permesso di dotare dei dispositivi di protezione individuale tutto il nostro personale sanitario e non, e questa donazione di ulteriori 150 mila euro, ci consente di sostenere i costi gestione dei centri diurni, la cui riapertura stiamo programmando e definendo, alla luce delle recenti linee guida emanate dalla Regione Veneto”.

“Sappiamo quanto importante sia per le famiglie, specie dopo questo lungo periodo di chiusura e di quarantena – ha concluso Angonese – poter concedersi una pausa sapendo che i loro cari sono ospitati e assistiti presso i nostri centri, così come per gli ospiti poter ritrovare forme di socialità e di svago, pur con tutte le precauzioni che verranno messe in atto per garantire la massima sicurezza a loro e agli operatori che li assistono”.

I tre centri diurni facenti capo ad Ipab di Vicenza ospitano complessivamente quasi una novantina di persone che quotidianamente vengono trasportate da casa ai centri e viceversa: “O. Trento”, 27 persone; “Bachelet” e “Villa Rota Barbieri”, ne ospitano ciascuno 30.

Dal canto suo il presidente della Fondazione Mioni, Giuseppe Boschetti ha dichiarato “Siamo felici di essere al fianco dell’Ipab, soprattutto nei momenti di criticità, poiché il nostro scopo primario è quello di tutelare gli anziani e soddisfarne il più possibile le necessità.” Ha poi continuato dicendo “Il nostro pensiero oltre che agli ospiti va alle loro famiglie, alle quali intendiamo esprimere la nostra vicinanza e la nostra più ferma intenzione di sollevarle ove possibile di obblighi onerosi e di supportarle sempre nella cura e nell’assistenza dei loro cari”.

Il vicesindaco Matteo Tosetto, assessore al sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.