Sul Po una lunga ciclopista come sul Danubio!

Una bicicletta sugli argini del grande fiume Po.

Una bicicletta sugli argini del grande fiume Po.

La Regione Piemonte ha aderito al progetto “Vento”, che punta a realizzare un collegamento ciclabile ininterrotto lungo l’intero corso del Po, da Torino a Venezia.

Il via libera della Giunta di Sergio Chiamparino è arrivato nella seduta di oggi. In Piemonte saranno attivamente coinvolti quattro assessorati: al Turismo e Cultura, ai Trasporti, all’Ambiente e all’Agricoltura.

Le ricadute complessive sono stimate in circa 90 milioni. “Siamo la prima Regione”, osserva l’assessore al Turismo, Antonella Parigi, “ad avere dato l’ok formale al progetto. Crediamo nello slow tourism, nell’importanza di svilupparci tutelando il paesaggio e il territorio. La Giunta su questo è molto coesa, e le ricadute saranno enormi. Complessivamente ci saranno da investire risorse per 80 milioni, e vi avranno ricadute stimate in 90 milioni”. Anche la Città di Torino progetta di affiancare il progetto Vento investendo sull’attrazione dei cicloturisti. Obiettivo, far si’ che i visitatori in arrivo in bicicletta nel capoluogo piemontese riescano a spostarsi agevolmente in bici, trovando sufficienti piste ciclabili e tutti i servizi necessari.

Ora la palla passa a Lombardia, Emilia Romagna e Veneto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.