Il giornale di carta in tempo reale al festival del giornalismo digitale di Varese

Il giornale di carta in tempo reale al festival del giornalismo digitale di Varese

Così ce lo presentano i colleghi di EoIpso il loro giornale di carta in tempo reale che dimostra che un futuro per il cartaceo nel giornalismo esiste. Un futuro per la notizia su carta, che vale oggi e dopodomani serve solo per avvolgere la frutta e la verdura e finisce nel cassonetto. Un modo quello della stampa digitale immediata che vale se la tiratura è locale, è sui piccoli (ma quanto piccoli?) numeri. Il tutto al festival del giornalismo digitale a Varese. L’agenzia Eo Ipso è di Legnano.

Di seguito il loro comunicato un po’ troppo trionfalistico, ma che offre una riflessione e una buona pratica. (fb)

L’EVENTO NELL’AMBITO DI “GLOCAL” A VARESE
Varese, 10 novembre 2018 – Le istant news non sono solo sui social. Una vera redazione, fatta da giornalisti, fotografi e grafici, con stampanti al posto delle rotative, ha dimostrato che già negli istanti finali di un evento è possibile avere su carta le notizie relative a quanto è accaduto solo pochi istanti prima. La formula consolidata dell’agenzia di comunicazione Eo Ipso (www.eoipso.it), con sede a Legnano, è stata per la prima volta portata al festival del giornalismo digitale Glocal, che si sta svolgendo in questi giorni a Varese, in occasione della “prima”- del film DigitaLife, prodotto da Vareseweb, Rai cinema e Fondazione ente dello spettacolo.

IL TEMPO REALE FISSATO SU CARTA
“La forza di tempo reale sta nel fatto che le persone si riscoprono protagoniste dell’evento che stanno ancora vivendo – spiega Marino Pessina, ceo di Eo Ipso -. Ormai da anni proponiamo sia soluzioni digitali, attraverso i social, sia web tv. Ma anche nell’era del “tutto digitale” la carta mantiene un fascino particolare, in cui l’approfondimento giornalistico si fonde con il fotoreportage”.

Con Tempo reale l’evento diventa cronaca. E’ come scattare un’istantanea di immagini e parole che trasforma in protagonisti i partecipanti.
“Il fatto diventa notizia sotto gli occhi dei curiosi –riprende Marino Pessina, ceo di Eo Ipso-. La memoria visiva si fissa su carta, dando vita ad un giornale redatto da giornalisti e fotoreporter e stampato dalle macchine digitali delle nostre redazioni mobili.

LA BUONA PRASSI
Realizzato in edizione unica oppure in più edizioni nell’arco della giornata, offre la possibilità di arrivare a personalizzare ogni copia con news in continuo aggiornamento e fotografie scattate solo pochi minuti prima. Così i partecipanti all’evento portano a casa un giornale di cui sono protagonisti e che sicuramente mostreranno a lungo e con orgoglio”.

(fonte foto e news: Eo Ipso, Legnano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.